Iscrizione alla newsletter

CityLife: il progetto che ha rivoluzionato un intero quartiere

5 Giugno, 2018
raffaela

Dove sorgeva una grossa area fieristica, oggi troviamo il quartiere più moderno di Milano, futuristico per certi versi, grazie al progetto CityLife che lo ha completamente rinnovato. Con il trasferimento di gran parte della Fiera di Milano nel nuovo polo di Rho, un’area molto vasta (circa 255 000 m²) si era resa disponibile. Serviva dunque un progetto che riqualificasse questa zona di Milano segnando una svolta con il passato e donando alla città qualcosa che mancava. Circa dieci anni dopo, CityLife è una realtà che rappresenta tutto questo: un’area residenziale, ma anche una nuova piazza, un grande parco e un centro commerciale.

CityLife: il progetto che ha rivoluzionato un intero  quartiere

 Il quartiere inoltre è raggiunto dalla linea 5 della metropolitana con la fermata Tre Torri si trova proprio sulla piazza.

Le tre torri

tre grattacieli nati sotto la firma di altrettante archistar sono certamente gli elementi che più risaltano nel complesso e contribuiscono al mutamento dello skyline della città meneghina. Un grande esempio di integrazione tra opere di diversi architetti, accomunate dal desiderio di creare edifici significativi, per l’impatto estetico e ambientale. La torre progettata da Arata Isozaki è stata la prima ad essere realizzata, 202 metri di altezza ed un modulo ricurvo che si ripete lungo la facciata. La seconda a essere conclusa è quella disegnata da Zaha Hadid caratterizzata da un movimento di torsione che si sviluppa per 170 m di altezza suddivisi in 44 piani. Ancora in costruzione invece la torre disegnata da Daniel Libeskind. 

Tutti e tre gli edifici sono stati ideati in un’ottica di sostenibilità da tutti i punti di vista, durante la costruzione e nell'utilizzo.

La galleria commerciale

Inaugurato a novembre 2017, il CityLife Shopping district è una galleria commerciale con un’ampia offerta per design, fashion e food. Spazio anche per l’intrattenimento con il nuovo cinema multisala. Firmato da Zaha Hadid, il complesso che sorge alla base delle tre torri occupa un’area di 32 mila mq.

Le residenze

Linee fluide per le residenze disegnate da Zaha Hadid, spezzettate per quelle disegnate da Libeskind (completate in parte). Architettonicamente gli edifici di diverse altezze si presentano con grandi vetrate, affacci sul verde, asimmetrie compositive, spazi ampi. Qualità che dimostrano grande attenzione al comfort abitativo. Appartamenti esclusivi, tanto che personaggi famosi, vedi anche Fedez e Chiara Ferragni, hanno scelto di fissare qui la propria residenza. I costi si aggirano intorno ai 9.000 €/mq, giustificati da un elevato livello di sicurezza con controllo degli accessi, finiture di pregio, grandi terrazze, classe energetica A oltre ad una serie di servizi come palestra, assistenza su richiesta e spazi per i bambini.

Il parco pubblico

Grossa componente del progetto è il parco pubblico che si estende su una superficie di 170 mila mq. Il parco è stato realizzato in modo da riflettere la varietà del paesaggio lombardo e la sua biodiversità. Più di 1500 gli alberi piantati in questa area destinata a diventare un polmone verde, necessario per migliorare la vita della città.

Una nuova idea di piazza

Il quartiere CityLife è interamente pedonale e dotato di piste ciclabili. Le auto non sono ammesse, perciò è stato predisposto un sistema di accesso sotterraneo per i residenti. In questo modo si disegna un ambiente più a misura d’uomo che libero dal caos urbano può, in questo contesto, ritrovare sé stesso e una nuova socialità. 

Arte contemporanea

L’intervento prevede una certa dose di poesia con l’introduzione di una sorta di museo di arte contemporanea a cielo aperto: il Parco delle sculture. Si tratta di opere site specific, di grandi dimensioni e permanenti, pensate per dialogare con l’architettura e il parco naturale. Per il momento sono presenti già sei opere, ma si prevede di arrivare a venti. 

Sport e tempo libero

Nel parco sono stati inseriti inoltre degli spazi da dedicare allo sport come i campi da tennis immersi nel verde e un’area per fare pratica di golf. Tra le altre iniziative da sottolineare è la realizzazione di orti urbani, un modo per riportare il contatto con l’agricoltura in un contesto fortemente urbanizzato. 

Nel complesso CityLife è un progetto davvero rivoluzionario per la città, partito tra molte difficoltà, con ritardi e variazioni in corso d'opera ma gradualmente sta prendendo forma.

Sei un libero professionista o un'azienda e vuoi ottenere clienti con meno sforzi?
Iscriviti e ottieni clienti
Prima di lasciare un commento, tieni presente che: non è consentito includere telefoni di contatto, e-mail o link a pagine web esterne in questa sezione, tale contenuto sarà moderato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi le nostre news via e-mail

  • :
Suscribirme a la newsletter
¿Autónomo o empresa?
Consigue nuevos clientes y haz crecer tu negocio
Únete a habitissimo
usercalendar-fullcrossmenu